Dove siamo Via Gherardini, 10 - 20145 Milano
Tel 02 34597625
Seguici su
Dove siamo Via Gherardini, 10 - 20145 Milano
Tel 02 34597625
Seguici su

Giorni cinesi

Numero di pagine
320
Formato
Brossura
Su licenza di
Longanesi
Ean
9788850202270

«Le purpuree mura [della Città Proibita] inquadrano un segreto che forse non sarà mai svelato: il segreto di quel che è vero di quel che è reale in Cina. Intorno a quello i cinesi, quelli dell'Impero come quelli del Partito comunista, continuano ad affaccendarsi per cercare di camuffarlo, di travestirlo, di rivestirlo, per dargli una faccia e poi un'altra, e un'altra ancora. Oggi, come allora, noi contempliamo le macchine o le portantine, i messaggi o i giornali e ci chiediamo: come? perché? a quale scopo' affascinati per sempre dal diverso rapporto dei cinesi con la realtà.»

Così Angela Terzani Staude chiude il diario di una eccezionale esperienza: tre anni vissuti in Cina, dal 1980 al 1983, insieme con il marito Tiziano ' allora corrispondente del settimanale tedesco Der Spiegel ' e con i figli Folco e Saskia. Tre anni vissuti appassionatamente e con curiosità, esplorando a fondo Pechino e percorrendo in treno, corriera e bicicletta l'immenso Paese, dalle città costiere ai villaggi più remoti; ascoltando centinaia di storie e incontrando uomini e donne dai destini più diversi; registrando lucidamente gli esiti dolorosi della Rivoluzione culturale e affrontando sia i più comuni problemi della vita quotidiana che i nodi più antichi di una civiltà millenaria. Un diario traboccante di persone e di cose, un documento prezioso in cui si è fissata in modo straordinariamente vivo l'immagine dolente di un momento cruciale della storia della Cina moderna.

Questa nuova edizione di Giorni cinesi, apparso per la prima volta presso Longanesi nel 1987, è stata interamente rivista dall'autrice, che inoltre ha reintegrato alcune pagine omesse nella prima edizione e ha scritto una nuova introduzione per il lettore di oggi.

Gli altri libri di Staude Angela Terzani

Giorni giapponesi

Diverso da tutti e da nessuno

Condividi