Dove siamo Via Gherardini, 10 - 20145 Milano
Tel 02 34597625
Seguici su
Dove siamo Via Gherardini, 10 - 20145 Milano
Tel 02 34597625
Seguici su

Il libro degli specchi

Collana
SuperTEA
Numero di pagine
330
Formato
Brossura fresata
Su licenza di
Longanesi
Ean
9788850249657
Un thriller intrigante. Una scrittura enigmatica e provocatoria

Peter Katz ha alle spalle una lunga carriera in una delle agenzie letterarie più importanti di New York, e ormai quasi nulla può sorprenderlo. Ma il manoscritto che inizia a leggere lo colpisce fin dalle prime righe. Non è solo la scrittura magnetica a fargli capire che non si tratta di un romanzo come gli altri: chi scrive, un certo Richard Flynn, afferma di conoscere la verità su un famoso omicidio avvenuto quasi trent’anni prima, e di essere pronto a rivelarla nel suo romanzo. La vigilia di Natale del 1987, in circostanze mai del tutto chiarite, venne ucciso il professor Joseph Wieder. Accademico stimato ma anche molto discusso, Wieder esercitava un notevole fascino sulle studentesse di Princeton come Laura Baines, la ragazza di cui Richard Flynn era innamorato. Ma in questa sorta di sbilanciato e torbido triangolo, a un certo punto qualcosa andò storto. Il manoscritto di Flynn è eccezionale, ma incompleto: il finale è introvabile. Katz inizia così un viaggio alla ricerca del finale perduto e della verità che porta con sé.

Ho letto il libro di E.O. Chirovici con la sorpresa, l'ammirazione e l'inquietudine con cui lessi il primo Paul Auster. Questo è un romanzo avvincente, impeccabile, capitale. Uno dei più belli della stagione.

Una storia da affrontare come se fosse un rebus enigmistico, di quelli difficili.

Il suo romanzo può evocare Assassinio sull’Orient Express di Agatha Christie e La finestra sul cortile di Hitchcock per i colpi di scena; ma non sono solo questi a renderlo un libro impossibile da mettere giù, una volta cominciato. […] Guarderete il libro che avrete fra le mani e vi sembrerà, tutto a un tratto, di guardarvi allo specchio.

Intelligente e sofisticato. Altamente consigliato.

Un impressionante primo romanzo, intelligente e ben scritto.

Questo romanzo d’esordio in inglese di un autore rumeno è un’intelligente e provocatoria esplorazione di quanto la memoria possa giocare strani scherzi.

Un intreccio complesso… Ricordi imperfetti, segreti e palesi menzogne rendono difficile capire a chi poter credere davvero.

Un plot convincente e di forte tenuta: alla fine tutto torna come in un preciso meccanismo che non ammette sbavature. Una scrittura lineare e mimetica nell’adesione alle tre voci narranti che si avvicendano nel ricostruire la storia. Una sapiente gestione dei punti di vista. Chirovici gioca a dadi con noi lettori, con notevole maestria.

Ecco il thriller mentale che fa riflettere.

Intrecci vertiginosi, colpi di scena e dosi da cavallo d’inquietudine e amore: non sorprende che Il libro degli specchi, del romanziere rumeno E.O. Chirovici, sia in traduzione in 38 Paesi e venga già definito un classico.

Condividi