Dove siamo Via Gherardini, 10 - 20145 Milano
Tel 02 34597625
Seguici su
Dove siamo Via Gherardini, 10 - 20145 Milano
Tel 02 34597625
Seguici su

La Contessa

Collana
TEADUE
Numero di pagine
206
Formato
Brossura fresata
Su licenza di
Salani
Ean
9788850256013

«Sono nato la prima volta lʼ11 dicembre, e le stelle già prevedevano per me una vita piena di scandali e di favolose virtù...»

Giò Stajano è stato il primo gay dichiarato della storia del nostro Paese e una delle prime transessuali note alla cronaca. Questo romanzo racconta, tra leggenda e realtà, tra aneddoti incredibili ma veri e particolari perfettamente verosimili ma inventati, la straordinaria vita della Contessa.
Amico della pittrice Novella Parigini, si dice che una foto che li immortala mentre fanno il bagno nella fontana di piazza di Spagna abbia ispirato Federico Fellini per la celebre scena della Dolce vita. Negli anni Ottanta Giò cambia sesso e, armata di parrucche e gioielli, infiamma le notti di politici e personaggi dello spettacolo.
Scrittore censurato, attore, pittrice, star dei fotoromanzi piccanti, suora laica: la vita di Giò Stajano è costellata di scandali, è una vita unica che ha come sfondo la storia dei costumi e della sessualità degli italiani.

Una parola, più delle altre, ricorre nel vocabolario di Giovanni Ciacci: ‘Libertà’. Libertà di pensiero, libertà di colore, libertà di chicchessia purché libertà. Ciacci invoca l’autonomia senza mai incappare nella retorica del politichese.

DAL LIBRO

La mia vita è stata un lungo, incredibile scandalo fatto di provocazioni, folgorazioni, impulsi, incontri e sesso selvaggio. Sono stata pittore, giornalista, scrittrice, prostituta, novizia, protagonista della Dolce vita, e tanto altro ancora. Ho amato e pianto, ho vissuto tradimenti e tramato vendette, mi sono concessa ogni esperienza e ogni capriccio. La mia storia si potrà definire in molti modi, a seconda di chi la vorrà leggere, ma di certo vale la pena di essere raccontata.

Condividi