Dove siamo Via Gherardini, 10 - 20145 Milano
Tel 02 34597625
Seguici su
Dove siamo Via Gherardini, 10 - 20145 Milano
Tel 02 34597625
Seguici su

Tropico dei perdenti

Numero di pagine
282
Formato
Brossura fresata con alette
Ean
9788850243303
Un romanzo on the road sulle piste di chi fugge dal proprio destino

Un romanzo che «attraversa» i deserti africani e racconta il dramma dei migranti con realismo e senza luoghi comuni. e senza rinunciare all’ironia
 
Scheggia è ancora sulla strada – in verità sulle piste del deserto africano –, e questa volta con una missione: aiutare Ashanti, la giovane infermiera del Mali che gli ha salvato la vita e che vuole rintracciare la sorella, perduta lungo le rotte dei migranti, smarrita in quel fiume di individui disperati, sfruttati e abusati che rischiano tutto per attraversare il Sahara e raggiungere le coste del Mediterraneo, e da lì, forse, approdare in Europa. Una vera odissea attende la coppia, un’avventura gonfia di pericoli e meraviglie, di moto distrutte e ricostruite, di incontri di ogni tipo, di paure e speranza, di violenza e solidarietà, di vento sabbia e sole. Un viaggio che offrirà a Scheggia l’ultima occasione per dare un senso alla sua inquietudine, alla perenne sensazione di fallimento, e per trovare un significato più grande al suo eterno vagabondare.
Fedele alla sua dimensione narrativa più congeniale, e grazie alle conoscenze «sul campo», Roberto Parodi affronta uno dei temi più delicati e drammatici di oggi, e lo fa senza perdere la leggerezza e l’ironia del suo eroe, e mantenendo sempre il punto di vista più giusto: quello delle persone.
 
Scheggia si trovava a circa un paio di miglia dal villaggio, quando dalla cima di una duna gli parve di scorgere un movimento. Il tempo di girarsi e alle sue orecchie giunse il rumore di uno sparo. Un istante dopo la gomma anteriore della moto esplose, attraversata da un proiettile. Fece un volo di tre metri e nel momento in cui cadeva pensò che, tutto sommato, se l’era cercata.

Gli altri libri di Roberto Parodi

La moto spiegata a mio figlio

Chiedi alla strada

Il cuore a due cilindri

Controsole

Scheggia

Condividi