Dove siamo Via Gherardini, 10 - 20145 Milano
Tel 02 34597625
Seguici su
Dove siamo Via Gherardini, 10 - 20145 Milano
Tel 02 34597625
Seguici su

Un delitto da dimenticare

Un caso di Erlendur Sveinsson

Islanda, fine anni Settanta. Una donna trova accidentalmente il cadavere di un uomo nelle acque di uno dei laghi di Svartsengi, nei pressi di una centrale geotermica. Incidente? Suicidio? L’autopsia rivela che la vittima potrebbe essere caduta da una grande altezza, e anche che potrebbe essere collegata alla vicina base militare americana. Erlendur, giovane detective, e il suo capo, Marion Briem, decidono di seguire questa pista, scontrandosi però da subito con un muro di ostilità e diffidenza. Perché gli americani si ritengono superiori agli islandesi e non intendono accettare intrusioni, nemmeno da parte della polizia. Aiutati solo da Caroline, un sergente di colore che ben conosce la discriminazione razziale, Erlendur e Marion indagano, rovistando nelle pieghe nascoste della base militare. Forse la vittima ha visto qualcosa di troppo e per questo è stata brutalmente uccisa. Ma la verità è molto diversa… Erlendur, intanto, sta anche indagando per proprio conto su un cold case di venticinque anni prima: una ragazza svanita nel nulla in uno dei quartieri più poveri e miserabili della Reykjavík del tempo, il cui destino il giovane detective sembra aver preso a cuore spinto dall’ossessione – che non lo abbandonerà più – per i casi irrisolti di persone scomparse.

DAL LIBRO

«L’hangar era immerso nel silenzio, a parte il triste lamento del vento, quando all’improvviso dall’impalcatura si udì un sibilo cupo. Un tubo cadde a terra, rimbalzando con gran fracasso. Poco dopo, un altro fischio, più sonoro, e un uomo si schiantò sul pavimento con un rumore sordo, come un sacco pesante precipitato dal soffitto. Poi calò nuovamente il silenzio, squarciato solo dal gemito del vento.»

Condividi