Dove siamo Via Gherardini, 10 - 20145 Milano
Tel 02 34597625
Seguici su
Dove siamo Via Gherardini, 10 - 20145 Milano
Tel 02 34597625
Seguici su
Numero di pagine
308
Formato
Cartonato con sovraccoperta
Su licenza di
Longanesi
Ean
9788850204250

«Il valore della vita, nei confronti dell'assolvimento del proprio dovere, ha il peso di una piuma.» In questo proverbio giapponese è racchiuso lo spirito dei piloti del Sol Levante che negli ultimi mesi della seconda guerra mondiale andarono a schiantarsi con i loro aerei contro le navi americane: i kamikaze (il termine, che significa «vento divino», definiva gli uragani che, nel XIII secolo, distrussero le flotte d'invazione dei mongoli). Il concetto di pilota-suicida non nacque in Giappone, ma fu lì che, per la prima volta, degli uomini furono comandati di andare in battaglia con un solo obiettivo: provocare il maggior danno possibile mediante la propria morte. Gli attacchi kamikaze, che suscitarono anche nel nemico un sentimento di rispetto misto a pietà , ebbero inizio nell'ottobre 1944 e culminarono nella disperata difesa di Okinawa nell'aprile 1945: oltre 1900 missioni suicide, che si esaurirono non per mancanza di volontari bensì di aerei. Ricostruendo i particolari dell'Operazione kamikaze, Vento divino racconta e spiega, grazie anche a drammatiche fotografie, non soltanto i risultati strategici di una tecnica di guerra così estrema, ma soprattutto i turbamenti affettivi e morali che indusse nei piloti, la cui età media era di ventidue anni.

«La presenza di qualche libro meno prevedibile, meno scontato di tanti altri ci rammenta quanto è cambiato il nostro atteggiamento nei confronti dei kamikaze, dei piloti suicidi che sono diventati sempre più vicini e più frequenti. Il libro è Vento divino

Condividi