Dove siamo Via Gherardini, 10 - 20145 Milano
Tel 02 34597625
Seguici su
Dove siamo Via Gherardini, 10 - 20145 Milano
Tel 02 34597625
Seguici su

La sala da ballo

Collana
TEA Trenta
Numero di pagine
398
Formato
Brossura
Su licenza di
Ponte alle Grazie
Ean
9788850253241

Inghilterra, 1911. In un manicomio al limitare della brughiera dello Yorkshire, dove uomini e donne vivono separati gli uni dagli altri da alte mura e finestre sbarrate, c’è una sala da ballo grandiosa ed elegante, con tanto di palcoscenico e orchestra. In questo luogo sognante e raffinato, i pazienti si ritrovano una volta alla settimana per danzare: qui hanno la possibilità di sentirsi liberi, di mostrare i sentimenti, di muovere i loro corpi in libertà. I desideri lungamente messi a tacere tornano ad agitare con prepotenza i cuori dei protagonisti. Proprio nella sala da ballo Ella Fay, una giovane operaia ricoverata contro la sua volontà per una crisi isterica, conosce John Mulligan, un uomo dalla sensibilità fuori del comune, che soffre di depressione in seguito a un trauma. Complice del loro incontro è Clem, una paziente affetta da manie suicide, che aiuta Ella a leggere i messaggi di John. A occuparsi di loro c'è il dottor Fuller, un medico ossessionato dall'eugenetica e fermamente convinto che la musica e la danza possano aiutare nella cura delle malattie psichiatriche.
Quattro personaggi che intrecciano le loro storie in un affresco originale e carico di significati profondi: i loro dolori e le loro frustrazioni sono anche i nostri, come pure la danza liberatoria, il coraggio di gridare, la voglia di cambiare.

«Un’esplorazione tenera, commovente e profonda dei desideri che sopravvivono negli ambienti più inospitali».

«Una storia d’amore intensa, ambientata in un manicomio di inizio Novecento, che fa sentire la sua eco ai lettori di oggi»

«La scrittura è elegante e arguta, le descrizioni delle emozioni e del paesaggio sono meravigliose».

«La versione inglese di Qualcuno volò sul nido del cuculo».

«Un libro che si legge d’un fiato, che trasporta il lettore in un altro tempo, in un altro luogo, dentro la fantasia di un’autrice di enorme talento».

Condividi